4 ciacole
4 ciacole

4 ciacole

Lacia quì i tuoi commenti, fai come fossi seduto al bar a scambiare 4 ciacole tra amici!

33 commenti

  1. Renzo Sarretta

    Sto seguendo la costruzione di questo sito e devo dire che incomincia a piacermi.
    Vorrei fare una considerazione da inesperto: La foto della home page è senzaltro molto bella ma, visto che introduce ” Val Lastaro” vedrei più una vista ripresa dalla parte del Monte Frolla che riprende anche l’abitato dando una immagine complessiva. Scusate l’intrusione

  2. Michele

    Buonasera a tutti,
    Segnalo che la data riportata nella foto della webcam gallo cedrone è 2016. Penso sia uno dei dati da sistemare x il nuovo sito. Messaggio costruttivo e non di critica 🤗

  3. Filippo

    Buonasera a tutti, solo un riflessione sulla poca attenzione dell’amministrazione comunale verso Val Lastaro: non si poteva investire qualche soldino per pulire lo spiazzo davanti al rifugio e magari pure il parcheggio (col benestare del proprietario)?
    Si fatica molto per portare visitatori nella vallata per poi accoglierli con una giornata come oggi senza un minimo di parcheggio.
    Se chi viene da fuori trova questi disagi la prossima volta andrà altrove nonostante la bellezza del posto.
    Peccato, basterebbe solo un pochina di attenzione in più.

      1. Filippo

        Purtroppo dopo una settimana non è cambiato nulla.
        Ennesimo weekend bellissimo con giornate ottime per stare sulla neve ma i visitatori si sono dovuti di nuovo accontentare di parcheggiare lungo la strada… peccato.

        Penso che una maggiore attenzione a queste cose potrebbe essere pure un incentivo per chiunque avesse mezza idea di prendere il gestione il Rifugio…

  4. Giuseppe

    Salve ragazzi. A proposito di risposte dal comune, nell’Aprile scorso ho scritto al Sindaco per segnalare grossi problemi derivanti dal’eccessiva velocità di molti veicoli che attraversano l’abitato dove, almeno in teoria, ci sarebbe il limite dei 30 Km/h. Mi è stato risposto che la soluzione non è facile anche quando ho segnalato che basterebbe qualche pattugliamento stanziale “ogni tanto” tanto per far sapere che la zona non è “terra di nessuno”. Ogni tanto si vedono passare delle pattuglie di Carabinieri e Carabinieri Forestali ma passano guardando nei giardini invece di fermarsi a fare controlli. Devo dire che almeno sono stato accontentato nello spostamento, circa 80 metri prima, del limite di velocità che prima era in corrispondenza di casa mia mentre ora si trova , più o meno, dove c’era il cartello “Benvenuti in Val Lastaro” lato Biancoia, che fra l’altro spero venga rimesso in primavera. La velocità dei veicoli è un bel problema: spesso per strada ci sono escursionisti, bambini con passeggini e anziani mentre ci sono vetture che transitano anche a 80-90 km/h nonostante i limiti. Finora ho scritto al Sindaco solo io ma magari se fossimo qualcuno di più…. Ciao ragazzi! Buona serata e complimenti Diego.

  5. Mirco

    Salve a tutti…..una mia considerazione sulla valle….. La val Lastaro per me e per tanti altri non piu ragazzi di Bastia di rovolon serba dei ricordi indelebili e ancora oggi a distanza di oltre 40 anni a volte ci troviamo a ricordare con nostalgia i posti della valle le malghe le escursioni fatte assieme e ogni tanto a ritornare a visitare dove oggi sorge la colonia…. che per merito dell’allora parroco Don Elio Bordin da una malga con l’aiuto di tante persone del paese nella Casa alpina Don Bosco Bastia nel 1978….. Complimenti per il nuovo sito fatto da persone che amano la valle e le montagne… Grazie……

    1. Giuseppe

      Ciao Mirco. Sono residente da due anni in Val Lastaro, dove mi sono trasferito da Padova dopo essere andato in pensione. Ho passato gli ultimi tredici anni di lavoro a Milano e mi sono innamorato di questa valle. Ti ringrazio per il tuo apprezzamento. Giuseppe.

  6. BAntonio

    Buon giorno a tutti e complimenti a chi sta contribuendo alla valorizzare di questa vallata.
    Volevo chiedervi se stanno prevedendo di servire la zona con antenne per la ricezione del segnale gsm.
    Grazie

    1. Filippo

      Buonasera Antonio, attualmente le uniche antenne che servono la vallata sono di TIM e solo in tecnologia 4G.
      Per telefonare è quindi necessario avere un telefono cellulare relativamente recente che supporti la tecnologia VoLTE (voice over LTE) e quindi chiamate attraverso la rete dati che comunque vengono gestite dal cellulare come una normalissima chiamata.
      In alcuni punti è possibile avere qualche debole tacca con operatore WIND-TRE mentre per gli altri operatori che io sappia siamo a zero.

      1. Rodolfo

        Il proprietario dell’immobile ha tutto l’interesse di riaprire,sono i vecchi gestori che non risolvono le pendenze e consegnano le chiavi .La legge per la tutela della proprietà è ambigua e facinorosa speriamo bene Sono molte le richieste per una eventuale riapertura però questa è la verità

  7. Rodolfo

    Per quanto concerne il rifugio il problema non è il proprietario ma bensì i la vecchia gestione che non trova una soluzione per le vecchie pendenze e non consegna le chiavi le richieste ci sono e aprire un contenzioso i tempi sono atavici e costosi.Per quanto concerne il proprietario sta prodigandosi in tutte le maniere per risolvere il problema

    1. Marta Vego Scocco

      Anche i gestori avevano tutta la volontà di continuare l’attività, ma a causa di incomprensioni ciò non è stato possibile.
      Per quanto riguarda la situazione pendente non deve essere un’illazione senza fondamento, le chiavi dell’immobile sarebbero state consegnate al proprietario alla fine del 2021 con la chiusura societaria, come disposto dall’avvocato.
      Ora, … capisco il disagio non certo voluto nè cercato, ma addirittura Sparlare e Scrivere senza cognizione di causa mi sembra di una bassezza gratuita, specialmente da chi sà ed ha vissuto a stretto contatto tutta la tragica vicenda.
      Per il rispetto di Claudio è ora di smettere di aprire la bocca con i bla bla bla.
      Marta Vego Scocco

        1. Marta Vego Scocco

          Le parole hanno un peso e nero su bianco sono stati forniti dei particolari delicati, fuori luogo e non di tua competenza. La partita Iva a seguito del decesso del socio amministratore ha un iter obbligatorio. In primis ho vagliato l’idea di continuare la gestione ed anche di trovare potenziali acquirenti, ma nulla è andato a buon fine. Come risposta alle giuste domande delle persone sulla riapertura del rifugio, a mio avviso si doveva replicare in maniera vaga in quanto ripeto, la faccenda è complessa e delicata. Avviso che il proprietario è ritornato possesso dell’immobile e potete trovare un nuovo acquirente. Buona vita a tutti!

  8. Luca F.

    La vecchia gestione come già scritto da Marta ha già consegnato le chiavi anche se volevano continuare. Il problema non è della vecchia gestione ma risiede nel proprietario è non è la prima volta, forse fatica a trovare nuovi accordi. Per favore finitela di riversare il problema su altri. Il problema del rifugio per esperienza vissuta in 40 anni li è sempre esistita e forse viene da pensare che forse è alla base. Un saluto a tutti

  9. Renzo e Renata

    E’ un vero peccato, il rifugio era un punto di aggregazione per tutti, Vallastaro, Le Laite, Galgi, per noi frequentatori è stata grande perdita, nella scorsa stagione ci siamo resi conto dell’importanza della gestione di Claudio e Marta ai quali va un ricordo ed un saluto, speriamo in una rapida apertura, saluti a tutti.

  10. AKILLE

    Buongiorno a tutti. Un tempo scrivevo spesso in questo Blog…è da un po’ che non mi faccio sentire ! Risiedo in Val Lastaro da 20 anni e di acqua sotto i ponti ne ho vista scorrere parecchia : 4 diverse gestioni del Rifugio ad esempio !
    Val Lastaro pur essendo una “perla” del territorio, è sempre stata considerata come una remota provincia dell’impero ! Nessuna valorizzazione paesaggistica, nessun interesse storico/archeologico, nessun contributo turistico, nessun impianto sportivo, smantellamento sistematico delle poche attrattive, risposte negative a qualunque proposta di miglioramento – anche se fatta a proprie spese….
    In questo modo, lo stillicidio ha portato ad un lento ma progressivo disinteresse e ad una perdita dell’entusiasmo che i pochi abitanti fissi avevano profuso a piene mani.
    L’unica parziale concessione che siamo riusciti ad ottenere dopo anni di lotta, è (come ha ricordato Filippo) una ‘debole’ connessione per i soli cellulari TIM.
    Eppure la Valle avrebbe grandi potenzialità : un tempo c’era pure stata la proposta (rigettata) di allestire un secondo Campo da Golf in vallata ! Non molto tempo fa, un proprietario di seconda casa aveva proposto di trasformare (a proprie spese) una delle costruzioni che ospitavano i motori dei vecchi Skylift , in chiesetta… La risposta del comune è stata negativa : la motivazione ? La chiesetta avrebbe “deturpato” il paesaggio !!! E la stessa fine hanno fatto le proposte di Percorsi Vita, piste per Mountain Bike, Parcheggi attrezzati, Area Camper, percorsi per sci di fondo, piste per slitte trainate da cani, manifestazioni di mongolfiere, sistemazione e abbellimento dei sentieri……
    Rodolfo vi può confermare che l’entusiasmo era tanto ! Sistematicamente è stato “sotterrato”.
    E allora che dire : Val Lastaro rimane comunque un luogo bellissimo, dove la natura trionfa, dove i colori delle stagioni riempiono il cuore, dove si può ritrovare la qualità della vita. Ve lo dice uno che 20 anni fa ha mollato la sua comoda casa in centro a Vicenza, per venire a vivere qui…e non si è ancora pentito !

  11. Giuseppe

    Carissimo Achille. Ho notato anch’io scarso interesse da parte dell’amministrazione. Mi sono state date risposte “evasive” sul problema della velocità e mi sembra che tutto venga lasciato andare. Mi sembra che viga la legge dove ognuno fa quello che vuole. L’estate scorsa c’erano le mini moto che scorrazzavano nel pascolo in corrispondenza con l’imbocco del Sentiero natura e spesso anche su per il sentiero. Avvisati i cc forestali ma anche in questo caso risposte evasive tipo:” Ma è sicuro che non sia proprietà privata?”. Da un paio di Domeniche, al pomeriggio, abbiamo un bellissimo quad senza silenziatore che imperversa per la valle, con base sempre più o meno al civico 113. Questo posto è un Paradiso, ci abitano un sacco di animali: perché non tutelarlo? Io, come sapete, mi sono trasferito qui da Padova da due anni, dopo il pensionamento, e sono ancora convinto della scelta fatta. Tuteliamo questo posto, lo merita senz’altro. Facciamoci sentire. Grazie Achille, grazie Diego per il sito bellissimo e grazie a tutti.
    Giuseppe

  12. SIMONE

    Buonasera
    a parte il problema dei rumori molesti causati da moto quod o quant’altro
    vogliamo parlare dell’inciviltà che hanno molte persone non residenti in val lastaro o in ai Galgi per come fanno la raccolta differenziata in maniera disumana!!
    Troppo facile perchè non si viene visti da nessuno buttare tutto alla rinfusa nel bidone del non riciclabile o come molto spesso succede addiritura fuori !!!
    Anche questo non contribuisce ad attirare turisti!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *